Lago Trasimeno in bici

Sono sempre alla ricerca di percorsi facili ed adatti a tutti, così per il ponte del 25/25 aprile me ne sono andato in bici lungo il Lago Trasimeno, questo giro è adatto per tutte le età, facile e pianeggiante, salvo la lunghezza, una settantina di chilometri, che però può essere frazionato e se necessario permette di tornare indietro con il treno in mezz’ora. Si pedala per l’80% su sterrato, a volte vicino la strada statale, a volte vicino la ferrovia, a volte vicino al lago, lontano dal frastuono della strada, potendo anche avvistare l’avifauna lacustre, facendo così anche del birdwatching, mai troppo assolato il percorso, ma nemmeno troppo all’ombra.
il percorso che di seguito illustrerò, da me riveduto e corretto, è proveniente dal sito: www.lagotrasimeno.net
 

Punto di partenza: Oasi “La Valle”

Punto di arrivo: bacini di alimentazione del Progetto Life Natura

Lunghezza: 33.5 km solo andata

Dislivello: trascurabile

Tempo di percorrenza: 2-3 ore di pedalata effettiva, solo andata, escluse le soste

Grado di difficoltà: facile

Download

 

AGEVOLE CICLABILE

Dalle rovine del Castello di Zocco ha inizio la facile pista ciclabile in terra battuta che conduce a Monte del Lago per proseguire poi, con un agevole fondo brecciato, proprio in riva al Trasimeno, addentrandosi nella frescura di un boschetto igrofilo di pianura.

 

Dall’Oasi “La Valle”, dove è possibile visitare il primo bacino di alimentazione per la riproduzione degli ardeidi, subito all’inizio del pontile di osservazione, si esce a sinistra sull’asfalto in direzione San Feliciano, piccolo borgo di pescatori a circa 2 km e tutt’oggi tra i più attivi nella conservazione delle vecchie tradizioni, con il suo Museo della Pesca e delle barche. Oltrepassato il paese si prosegue sull’asfalto in direzione Passignano. Di fronte alle affascinanti ma decrepite rovine del Castello di Zocco (km 4.5), sulla sinistra della strada inizia la pista ciclabile (indicata) in terra battuta, poco dopo il cartello del km 5. Seguendola si esce nuovamente sull’asfalto all’ingresso del borgo di Monte del Lago (km 5.3), importante stazione di studio e ricerca, dove si continua ancora a sinistra.

 

                                        Trasimeno 1

 

Giunti al pontile (km 5.7) la pista ciclabile prosegue nel fresco degli alberi igrofili planiziali, di fianco al divieto d’accesso ai veicoli a motore, proprio sulla sponda del lago, con un bel fondo brecciato che si addentra nelle vecchie “scese degli orti” che dal paese arroccato sulla collinetta portavano in riva.

Si esce di nuovo sull’asfalto al km 8.5 di fronte all’Hotel Torricella. Al km 9.1 poco prima del passaggio a livello, al culmine della breve salita, si seguono le indicazioni a sinistra per la pista ciclabile che da questo momento in poi sarà ben indicata, con un fondo di brecciato ben tenuto. Al km 13.9 un brutto incrocio ci obbliga ad attraversare l’asfalto per proseguire a sinistra. Le indicazioni per la pista ciclabile si perdono, ma è possibile rientrare sul percorso pedonale al km 14.8, a sinistra di fronte al Palazzo della Provincia, per raggiungere il parcheggio di Passignano e il pontile.

Si può quindi proseguire ancora a sinistra, in direzione Borghetto, sull’ampio marciapiede a sinistra della strada o sulla passeggiata lungolago. Superato il passaggio a livello (km 16.2) è necessario fare attenzione per imboccare a sinistra la pista ciclabile, di fronte al bar “La Perla” e alle indicazioni per l’Hotel Belvedere.

E’ una stradina in discesa, che diventa sterrata dopo pochi metri passando sotto un ponte bassissimo. Si svolta a destra seguendo le indicazioni, ben presenti per il restante tracciato, fino al km 21 quando si esce a Punta Navaccia per attraversare la strada principale.

Prima di proseguire è interessante soffermarsi nel parco artistico di Campo del Sole, un’installazione di sculture per la vita, l’uomo e la pace.

 

  Trasimeno 2    Trasimeno 3    Trasimeno 4

 

Si seguono le indicazioni della ciclabile sino all’uscita sull’asfalto nel paese di Borghetto. Allo stop si segue per Castiglione, per poi riprendere la pista in prossimità dell’ingresso del Camping Badiaccia (km 27.9). Il percorso dedicato alle biciclette continua incantevole all’ombra del bosco ripariale del Ferreto, luogo ideale per la nidificazione degli ardeidi in affollate garzaie.

Costeggiando la riva del lago si sfiorano ampi tratti di canneto e campi coltivati, superando su ponticelli di legno alcuni canali, oltrepassando tre dei maggiori bacini di alimentazione creati dal Progetto Life Natura, circondati da un giovane habitat ripariale con ontani, pioppi, salici e olmi che attendono solo di ospitare nuovi nidi.

Si esce poi di nuovo sull’asfalto di fronte il Campig ACSI e si svolta a sinistra e subito a destra costeggiando il camping, ci ritroviamo così in una ampia radura, a destra ci sono le postazioni per l’avvistamento degli uccelli lacustri, a destra l’ampio aeroporto dove finisce la pista ciclabile.

  

                                   Trasimeno 5

 

È possibile arrivare con il treno a Castiglione del Lago e pedalando sulla strada, raggiungere l’Oasi “La Valle”, punto di partenza dell’itinerario descritto (circa 20km) e una volta raggiunto l’aeroporto, punto di arrivo, ritornare alla stazione (circa 4km), completando così il giro del lago Trasimeno.

 

Oppure se si vuole fare solo la ciclabile, si può prendere il treno fino alla stazione di Magione e raggiungere su strada San Feliciano e quindi il percorso, per poi riprendere il treno a Castiglione del Lago.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cicloturismo. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lago Trasimeno in bici

  1. michele cocilovo ha detto:

    complimenti io vorrei farlo con il cavallo . secondo voi cè troppo asfalto ? fatemi sapere grazie

    • grottambulo ha detto:

      ciao e grazie dei complimenti
      buona parte è su sterrato a volte vicino l’asfalto, però si attraversano diversi piccoli centri abitati ed ogni volta all’ingresso, durante e in uscita sei su asfalto, la descrizione sul sito è abbastanza precisa, puoi regolarti con quella, puoi anche scaricare la traccia gps dal link nell’articolo.
      Se hai difficoltà dimmelo che te li mado via mail
      Io non ho fatto il giro completo perchè ho seguito la pista ciclabile e questa non c’è per un quarto del periplo, tu che sei a cavallo puoi provare a completare l’anello, cavalcando in riva al lago, non so però gli ostacoli che puoi trovare.
      Fammi sapere e buon viaggio

I commenti sono chiusi.