BICI – DA CAPRANICA A VITERBO

E’ la prima volta che esco con l’associazione Ruotalibera, invogliato da Laura che li frequenta già da un po’, quando mi ha proposto il giro ho subito visitato il sito www.ruotalibera.org per vedere di cosa si trattava e dopo aver chiamato Giacomo, la guida ho deciso di parteciparvi.

ITINERARIO
Capranica – Vico Matrino – Vetralla – Tobia – Pozze di S. Sisto – Viterbo

Scesi alla stazione di Capranica ci contiamo e siamo circa una trentina, bel gruppo non c’è che dire, dopo l’appello ci avviamo verso la vecchia stazione di Vico Matrino percorrendo silenziose strade bianche, circondate dai noccioleti, incrociando l’antica “Cassia romana”, ed alcuni ruderi, seguendo in parte la “Via Francigena”.

Raggiunta Vetralla ci siamo rinfrancati con una dolce sosta nel bar della piazzetta del paese. Ripartiti, abbiamo percorso un altro breve tratto stradale sino al bivio per Tobia, dove, con una rapida discesa abbiamo raggiunto le “pozze calde” per il meritato bagno.

Così è stato per la maggior parte del gruppo, invece io e Laura ci siamo separati dal gruppo volgendo verso Viterbo percorrendo gli ultimi 7 chilometri sulla cassia per riprendere il treno in direzione di casa.

Mi sono molto divertito, i partecipanti tutti affiatati e simpatici ed il percorso assolutamente tranquillo, con qualche leggero saliscendi tra strade di campagna e boschi, ma non poteva essere altrimenti, Laura mi conosce bene, era una gita di quelle che piacciono a me.

La traccia GPS               Alla stazione di Capranica

Capranica-Viterbo   Bici   Bici

Bici   Bici   Bici

                                                                   l’antica “Cassia romana”

Bici   Bici

Qui ci siamo separati dal gruppo, la via che si vede è la cassia, poco oltre il guardrail ci sono le “pozze”

Bici   Bici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cicloturismo. Contrassegna il permalink.