Buco del Pretaro

…é proprio vero che a volte dei piccoli inconvenienti si trasformano in occasioni.

Sabato pomeriggio dopo il lavoro avevo un sacco di piccoli impegni da assolvere, e come se non bastasse a complicarmi le cose ho dimenticato lo smartphone  a casa. Rientrato a casa la sera verso le 23,00 trovo molte chiamate perse, anche con whatsapp gli amici si stanno organizzando per andare in grotta, ma ormai a quell’ora chi avrei potuto disturbare? Nel mentre mi squilla il telefono ed era Marco che mi proponeva la visita al Buco del Pretaro, aveva già sentito Bibo per la chiave d’accesso e con Laura erano già d’accordo di andare l’indomani. Accetto volentieri anche perché era un po’ che ci volevo andare non conoscendola.

L’occasione di cui parlavo.

Quindi domenica mattina alle 07,00 io e Rosa usciamo di casa, e pure di corsa perché mezz’ora dopo sarebbe scattato il blocco del traffico a Roma, e raggiungiamo il bar dove avevamo appuntamento con gli altri, il tempo per ora non era malvagio e visto che eravamo solo in quattro speravamo di tornare a casa prima che arrivasse la pioggia, così dopo una buona colazione ci mettiamo in viaggio.

Raggiungiamo il Paese di Montebuono verso le 09,00 ed il bar, dove abbiamo preso la chiave per aprire il cancello che protegge la grotta, seconda colazione e pochi metri a fianco, tutti al forno per comprarci il pranzo a base di pizza calda e calzoni farciti.

Usciamo dal paese in direzione di Magliano Sabino e finalmente, poco oltre le ultime case di Montebuono, si giunge al Ponte del Pretaro, ci fermiamo nell’ampio parcheggio e la grotta è dopo il ponte, si vede.

Entriamo finalmente verso le 10,30.

Dopo tutte queste chiacchere la descrizione della grotta è d’obbligo, ed invece no, in rete trovate tutte le informazione necessarie, io lascerò che le immagini parlino per me.

HPIM8169 HPIM8177

l’ingresso

HPIM8178 HPIM8181

cunicoli

HPIM8189 IMG_9328

verso il primo pozzo

IMG_9329 IMG_9331

primo pozzo

IMG_9321 IMG_9326

il traverso

IMG_9319 IMG_9312

secondo pozzo

IMG_9310  terzo pozzo

Usciamo alle 14,30, il tempo ancora regge, ma le nuvole ormai sono sopra di noi, ci cambiamo velocemente ed altrettanto rapidamente ci dirigiamo al bar per riconsegnare le chiavi.

Ormai non ce la facciamo a tornare a Roma in tempo per evitare la pioggia e soprattutto il blocco del traffico, Marco ci invita a casa sua dove vediamo le foto sorseggiando del buon tè, poi Laura ci cucina una ottima pasta con il tonno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Speleologia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.