Grotta Imbroglita con gli scout

C’è sempre un motivo valido per tornare alla grotta Imbroglita, e questa volta sono stati gli scout.

Lo Speleo Club Roma ha ricevuto la richiesta di una visita in grotta, come ormai succede da qualche hanno, quindi questa domenica 9 febbraio, abbiamo accompagnato i Gruppi Scout AGESCI di Roma 93 e Roma 120 in una grotta verticale.

E’ stata la novità di quest’anno, la grotta verticale, che mi ha lasciato un po’ perplesso data la minore età dei partecipanti, finora ci eravamo limitati a guidarli in una grotta orizzontale, minimizzando i rischi, si trattava quindi di trovarne una altrettanto sicura, ma con qualche pozzetto, per fargli fare l’esperienza della progressione su corda, e la scelta è ricaduta sulla Grotta Imbroglita.

Giovedi 6 febbraio

La visita è stata preceduta da una lezione sulla speleologia, corredata di proiezione fotografica, presso la loro sede, la Parrrocchia S. Leone I in via Prenestina.

Inoltre i partecipanti sono stati tutti assicurati per la responsabilità civile.

Sabato 8 febbraio

Appuntamento con i ragazzi a Frosinone, presso la Parrocchia della Madonna della Neve presso la quale alloggeranno.

Alle 18,30 dopo la messa, ci ritroviamo tutti insieme e con l’aiuto di Stefano (Astico) e Paola (Astica), ad imbragare i ragazzi per regolare su di loro le attrezzature, e poi nel cortile su di un cancello all’altezza di un metro a provare le tecniche di salita e discesa.

Alle 20,30 fine dei giochi i ragazzi vanno a cena e noi istruttori verso casa, nello specifico casa degli Astici a Ceccano dove siamo ospiti per la notte.

Domenica 9 febbraio

L’appuntamento è alle 9,30 al bar a Santa Maria Amaseno, vicino la grotta, sia con gli scout che con gli altri istruttori che ci raggiungono da Roma, Laura-Fabrizio T.(Bibbo)-Veruska-Fabrizio F.

Noi ovviamente che siamo più vicini arriviamo in ritardo, piove e come se non bastasse il bar è chiuso, però è aperto il forno quindi colazione con la pizza calda.

Nonostante la pioggia decidiamo di entrare ugualmente, mi vengono consegnate le dichiarazioni di scarico responsabilità e ci prepariamo sotto la tettoia del bar, poi con gli imbraghi addosso di nuovo in auto fino al parcheggio davanti al grotta.

Cominciamo quindi la breve passeggiata per raggiungere la grotta, tutti con le mantelle sotto la pioggia, ma il pastore che incontriamo ci consiglia di prendere un sentiero più ripido, perché avanti c’è il toro con il il suo arem di mucche.

Finalmente la grotta, Astico e Fabrizio F. attrezzano come possono un riparo dalla pioggia con un telo tra gli alberi, io armo il primo pozzetto.

Sotto la pioggia all'ingresso

Sotto la pioggia all’ingresso

Primo pozzo

Primo pozzo

Astico e Fabrizio F. vanno avanti ad armare il pozzo successivo, gli consiglio di attrezzare due vie, giacché è possibile così da rendere la progressione più rapida, io e Bibbo facciamo scendere i ragazzi mentre Rosa, Paola, Laura e Veruska fanno sicura dal basso ed accolgono i ragazzi nella prima sala.

La prima sala

Prima sala

Uno degli scout in difficoltà verrà calato e contrappesato da Bibbo

Scendo per ultimo e nella prima sala gli scout stanno vagando per esplorarne ogni pertugio, qualcuno comincia già a scendere il pozzo successivo, l’organizzazione funziona, vista dal basso è uno spettacolo, su ogni via ci sono due istruttori, uno fa scendere i ragazzi e l’altro fa sicura dal basso, un paio in alto fanno avanzare i successivi pian piano che si liberano le vie, in basso accompagnano quelli già scesi nella seconda sala.

Secondo pozzo in discesa via destra

Secondo pozzo in discesa – via destra

Secondo pozzo in salita via sinistra

Secondo pozzo in salita – via sinistra

Giunti nella seconda sala la troviamo molto bagnata, le pozze sono colme, dobbiamo aggirarle facendo attenzione a non bagnarci i piedi, una piccola nidiata di pipistrelli ci accoglie, cerchiamo di dargli meno fastidio possibile.

Seconda sala

Seconda sala

Facciamo tante foto, spengiamo tutti la luce ed in silenzio ascoltiamo la voce della grotta.

L’uscita è stata tutto sommato rapida, i ragazzi si sono comportati bene, quando usciamo non piove più, ma tira un vento gelido per cui quelli già fuori si avviano alle macchine che si vedo pure dall’alto, ad un certo punto una violenta grandinata ci investe, non invidio chi è sul sentiero, ma anche noi fuori sul pozzo non stiamo meglio, a quelli ancora dentro consiglio di attendere che cali la bufera.

Gli istruttori sotto la pioggia

Gli istruttori sotto la pioggia

Verso le 14,00 siamo tutti fuori, ci cambiamo sotto la pioggia e di corsa giungiamo al bar con la tettoia per pranzare, ma lo troviamo chiuso, così uniamo i tre tavoli e addobbato di ogni ben di Dio tutti insieme ci rifocilliamo. Verso le 15,00 esce il sole come previsto dal meteo.

Ora tutti a cercare un bar aperto per un buon caffe caldo, prima di Veroli ci fermiamo in uno con un bel parcheggio, abbiamo sei auto, meglio di così non si può, invece entrati nel bar ci accoglie un bancone stracarico di dolci: tiramisù, paste ecc., degna conclusione di una giornata di passione seppur divertente.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato.

Privacy: nelle foto sono stati sfocati i volti per il rispetto dei ragazzi, se ciò non bastasse contattatemi che saranno immediatamente rimosse.
Foto di: Rosa de Filippis
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Speleologia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Grotta Imbroglita con gli scout

  1. Pingback: Grotta Imbroglita – 9/02/2014 | aggrottiamoci

  2. fato63 ha detto:

    Eh, si, purtroppo si!

  3. grottambulo ha detto:

    embe’ si Bibbo è più robusto 🙂

  4. Bibbo ha detto:

    Bello, conciso ma altresi’ completo! Solo una piccola richiesta, potresti cambiare il “Bibo” in un piu’ robusto “Bibbo!?!?

I commenti sono chiusi.