Gole di Tiberio

Finalmente è cominciata la nostra vacanza, così io e mia moglie lunedì sbarchiamo a Termini Imerese, diretti poi a Catania, dove ci stabiliremo per un paio di settimane.

Un amico però ci consiglia di visitare prima Cefalù, non molto distante da Palermo e dal porto dove siamo ora.

Così meno di un ora dopo siamo a passeggio nella bella cittadina di mare

P_20171016_114817.jpg

ancora piena di turisti, sopratutto stranieri, dove visitiamo l’antico Lavatoio Normanno

20171016_120011.jpg

ed il duomo

20171016_124102.jpg

poi mentre facciamo merenda con Panelle e Birra dello Stretto

20171016_122101 (mod).jpg

consultando internet scopriamo che a pochi chilometri ci sono le Gole di Tiberio, così decidiamo di andare.

Seguiamo le indicazioni sul sito e giungiamo a San Mauro Castelverde, a queste coordinate 37°57’11.8″N 14°09’03.6″E (37.953283, 14.150986) Google Maps, attenzione l’ultimo chilometro di strada è sterrato, raggiungibile con auto normali, tuttavia consiglio una macchina alta, infatti io ho bucato una gomma per colpa di un sasso.

WhatsApp Image 2017-10-16 at 17.03.28.jpeg

Questa escursione in realtà è stata fatta in stile turistico, ovvero pagando 13 euro a persona ed a bordo di un gommone, tuttavia vista la bellezza del luogo andava necessariamente segnalata.

Dal parcheggio seguiamo il sentiero in discesa fino a giungere, alle casette spogliatoio e bar, dove incontriamo la nostra guida e gli altri partecipanti, poi ancora qualche metro di sentiero e siamo sul fiume Pollina, all’interno del Parco delle Madonie.

Lunghe circa 400m ed alte fino a 50m, di roccia calcarea

20171016_150044.jpg

20171016_150226.jpg

20171016_150632.jpg

Il percorso che tra l’altro è accessibile liberamente poco più a monte della struttura commerciale, una lunga scalinata in discesa conduce al fiume.

20171016_150849.jpg

20171016_151133.jpg

20171016_150955.jpg

Il tratto percorso è totalmente pianeggiante, quindi se non si dispone di una qualsivoglia sorta di battello occorrerà farselo a nuoto, d’estate quando in secca è possibile percorrerlo anche a piedi, magari bagnandosi un poco

20171016_151819.jpg

finito il tratto navigabile ed anche più suggestivo, si prosegue a piedi per qualche centinaio di metri

IMG_4199.JPG

IMG_4203.JPG

fino a raggiungere le piccole gole, dove ci si può concedere un rinfrescante bagno

IMG_4206.JPG

That’ all folks, come primo primo giorno di vacanza

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Canyoning e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gole di Tiberio

  1. Marcello Trombetti ha detto:

    Bellissimi questi posti e si può dire che avete fatto un ottima vacanza

I commenti sono chiusi.