Grotta Iscolelli

Prima escursione speleologica. in occasione del Raduno Nazionale di Speleologia “Kamaraton 2021”, svoltosi nella bella ed accogliente cittadina di Marina di Camerota (Sa), insieme a Laura e Rosa.

Siamo giunti con qualche giorno di anticipo, Io e Rosa siamo in vacanza, Laura ci raggiunge col treno e dal momento che il sito web dell’evento, ben fatto, mette a disposizione informazioni e tracce GPS delle escursioni, siamo desiderosi di metterci all’opera subito, così oggi ci troviamo a passeggiare lungo il sentiero per Baia degli Infreschi, abbiamo l’attrezzatura con noi ed una corda, perché la seconda grotta da visitare, la Grotta di Cala Bianca ha un ingresso verticale.

Giunti al Parcheggio (N39° 59.980′ E15° 24.108′) troviamo ad aspettarci un simpatico parcheggiatore

la strada è comoda, carrozzabile, in discesa e data la stagione non fa troppo caldo

poi in prossimità di un fosso diventa più ripida, ci troviamo nei pressi della Spiaggia di Pozzallo, proseguiamo di nuovo in salita e dopo oltre 1 km dalla partenza sulla nostra sinistra, lato monte quindi, vediamo un omino di pietre, abbiamo le coordinate della grotta (N40° 00.009′ E15° 24.752′), ma non la traccia, azzardiamo a seguirla, la direzione è giusta, prima ripida, poi in piano e dopo circa 15min troviamo l’ingresso.

Un ampio portale, dove sono stati rinvenuti resti di frequentazione preistorica, un grande salone sub-orizzontale, almeno nella parte più ampia e “turistica”, con grandi concrezioni oblique pendenti dal soffitto e addobbate con felci sulla punta.

Facciamo tante foto, pure merenda, ci studiamo il percorso di ritorno, quindi usciti dalla caverna, invece di tornare dalla via di andata, proseguiamo sul sentiero, che scende già da subito ripido, fino a tornare sul sentiero principale.

Ora consultiamo i nostri appunti, vorremmo andare alla Grotta di Cala Bianca, dal punto dove siamo sbucati del sentiero, facciamo qualche decina di metri in direzione della auto e troviamo la via, ben segnalata, per la Cala Bianca

ad un certo punto dovremmo prendere una deviazione sulla destra fino alla grotta. Purtroppo non è così facile, abbiamo solo il punto GPS (N39° 59.840′ E15° 24.661′) e di sentieri sulla destra ce ne sono molti e tutti finiscono nella vegetazione, proviamo a scendere ancora e finiamo in spiaggia, poco male, ci godiamo il mare per un po’.

Torniamo indietro, si sta facendo tardi, decidiamo di rinunciare alla grotta, però risalendo un ultimo tentativo lo voglio fare ancora, in un’area ampia di terra rossa solcata dalla pioggia, le ragazze mi aspettano, seguo appunto un solco che si distacca dal sentiero principale, poi l’erba diventa alta, ma alla fine vinco io, ecco davanti a me il pozzetto d’ingresso, un po’ di rovi renderanno la discesa spinosa, ma per stavolta no, torno indietro facendo la traccia GPS, aggiungiamo qualche omino di pietra ed una critta con i sassi, magari troviamo tempo di ritornarci.

Questa voce è stata pubblicata in Speleologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.